Orafi: va avanti il Progetto Gold per dare visibilità al settore

MatteoNews

orafi progetto gold

Orafi: va avanti il Progetto Gold, presentato a Valenza l’anno scorso, per dare una nuova visibilità al settore. Un traguardo nel mirino delle imprese da tempo ma mai raggiunto davvero, nonostante i ripetuti appelli all’unione e alla coesione per restituire fiato a un’arte unica ma sempre meno affascinante, soprattutto tra i giovani.

orafi progetto gold valenza

Il focus è su tre macro temi: lacertificazione etica della produzione, le norme, in particolare la marcatura, e infine la formazione. Un percorso comune che, insieme ai distretti di Vicenza e Arezzo, vorrebbe dare risposte a questi problemi per permettere ai prodotti creati dal talento degli artigiani di essere presenti sul mercato internazionale.

Per fare questo però, ha spiegato Andrea Santolini, Presidente CNA Nazionale Unione Artistico e Tradizionale, è necessario «alzare l’asticella sulla qualità della produzione nazionale in questo settore cominciando dal valore della manodopera». Sarebbe sufficiente investire sul grande appeal che possiede il made in Italy.

C’è molto da fare anche sul fronte della formazione. Un problema sottolineato anche da Giorgio Ganora, presidente del Coinor che ha rilevato come «la città si stia spegnendo» e quanto sia «urgente creare attrattiva immediatamente con azioni pratiche repentine» anche a fronte di un approccio del mondo della scuola, ritenuto poco efficace.

Forse, ha concluso Arduino Zappaterra, portavoce nazionale CNA orafi, bisogna imparare a trasmettere «la passione per questo mestiere e coinvolgere così i giovani».

La CNA ha dato ampia disponibilità a ogni dialogo finalizzato al bene del settore degli orafi. E in questo senso alcuni sforzi di altre realtà sono stati apprezzati, come nel caso della fondazione Mani Intelligenti e del lavoro svolto dal Comune di Valenza con l’Università di Alessandria, con l’assessore Massimo Barbadoro, «aperto a ogni collaborazione votata alla internazionalizzazione della produzione valenzana».

Hai un’impresa del settore vuoi restare aggiornato sulle nostre iniziative? Scrivici una mail qui.