Export: attestazioni camerali per emergenza COVID-19

Elisa GhidellaNews

Il Ministero dello Sviluppo Economico con circolare del 25/03/2020, ha disposto che le Camere di commercio, su richiesta delle imprese interessate, rilascino dichiarazioni in lingua inglese sullo stato di emergenza in Italia conseguente all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e sulle restrizioni imposte dalla legge per il contenimento dell’epidemia, da utilizzare nei rapporti commerciali con partner esteri.

Le imprese hanno infatti spesso l’esigenza di dover documentare mediante attestazione camerale le condizioni di forza maggiore derivanti dall’attuale fase di emergenza sanitaria da COVID-19. Le clausole presenti in molti contratti di fornitura in essere con l’estero comportano infatti spesso la necessità di produrre tali attestazioni per poter invocare la forza maggiore e far fronte all’inadempimento delle obbligazioni.

Modalità di inoltro della richiesta:

La richiesta deve essere presentata su apposito modello (PDF compilabile) e trasmessa alla CCIAA in modalità telematica tramite la piattaforma online CERT’O, accedendo al servizio Certificati di Origine per l’estero (richiesta visti e autorizzazioni).

Per il rilascio di ogni singola attestazione è previsto il pagamento del diritto di segreteria di Euro 3,00.

Qualora l’impresa sia impossibilitata ad utilizzare il servizio online può inviare il modulo di richiesta via PEC al seguente indirizzo: estero@al.legalmail.camcom.it, effettuando il versamento dei diritti di segreteria a mezzo bonifico sul conto corrente bancario IT 07 R 05216 10499 000000095786 ed allegando alla richiesta la ricevuta di pagamento.

L’attestazione della CCIAA sarà trasmessa al richiedente via PEC. L’originale resterà depositato presso la CCIAA, con possibilità di eventuale ritiro da parte dell’impresa, previo appuntamento.

Per informazioni:

Ufficio Documenti per l’Estero:

mail: commercio.estero@al.camcom.it  tel. 0131/313206/207