DPCM 22 marzo: si fermano le attività non essenziali

Stefania GaglianoNews

Pubblicato in Gazzetta ufficiale il nuovo Decreto annunciato sabato sera a reti unificate dal Presidente del Consiglio.

Si compone di due soli articoli e contiene le misure per la sospensione delle attività produttive non essenziali al fine di contrastare la diffusione del coronavirus che resteranno in vigore fino al 3 aprile.

Il provvedimento accoglie alcune osservazioni presentate dalla CNA.

In particolare le imprese che dovranno sospendere l’attività avranno tempo fino al 25 marzo per completare tutte gli interventi finalizzati al blocco della produzione “compresa la spedizione della merce in giacenza”. In allegato al decreto l’elenco delle attività che non sono sospese.

Qui la lista delle attività che possono rimanere aperte. A queste si aggiungono quelle contenute nell’All. 1 del DPCM 11 marzo 2020 che rimane in vigore fino al 3 aprile.

Clicca qui per leggere il testo del Decreto