Autodichiarazione Coronavirus: ecco il nuovo modello

MatteoNews

autodichiarazione coronavirus nuovo modello

Autodichiarazione Coronavirus: ecco il nuovo modulo.

Martedì 17 marzo 2020 il ministero dell’Interno ha aggiornato il modello di autodichiarazione da esibire in caso di controllo, quando ci si sposta dalla propria casa. Scaricalo qui.

La novità di quest’ultima versione è che il soggetto dichiarante deve sottoscrivere «di non essere sottoposto alla misura della quarantena» e di «non essere risultato positivo al virus COVID-19».

Il nuovo modulo ha come obiettivo rendere ancora più espliciti gli obblighi e le limitazioni cui sono soggetti gli spostamenti dei cittadini.

Non è necessario esibire fotocopia del documento d’identità, dal momento che il nuovo modello prevede che l’operatore di polizia controfirmi l’autodichiarazione, attestando così che essa viene resa in sua presenza e previa identificazione del dichiarante.

Per quanto riguarda gli spostamenti, invece, sono consentiti quelli motivati da:

Comprovate esigenze lavorative
Si faccia attenzione alle attività che sono state sospese per effetto degli ultimi Decreti (per esempio, non si può dichiarare che ci si sta recando nella pasticceria o nel centro estetico in cui si lavora).

Effettiva necessità
Ad esempio: per gli abitanti di centri sprovvisti di negozi, la necessità di recarsi nel luogo più vicino per gli acquisti necessari allo svolgersi della vita quotidiana.

Motivi di salute
E quindi, cure ospedaliere, ambulatoriali, approvvigionamento di farmaci e simili.

E infine, è consentito il rientro al proprio domicilio, abitazione o residenza.