Abolito il Sistri: per migliaia di imprese è la fine di un incubo

MatteoNews

Abolito il Sistri per migliaia di imprese è la fine di un incubo

Abolito il Sistri: per migliaia di imprese è la fine di un incubo. La CNA ha fortemente apprezzato la decisione del Governo di abolire il Sistri dal 1 gennaio 2019.

Il Sistri (il sistema di controllo e tracciabilità dei rifiuti) non ha mai funzionato, ma ha sicuramente impedito che si mettesse a punto nel nostro Paese un sistema efficace e semplice di tracciabilità dei rifiuti pericolosi. Istituito nel 2010 e mai entrato effettivamente in funzione, è stato soltanto uno sperpero di denaro pubblico e privato, costato alle imprese e allo Stato, più di 140 milioni di Euro.

In questi anni, come CNA lo abbiamo ricordato con forza in moltissime occasioni e in tutte le sedi istituzionali.

L’abolizione del Sistri è prevista dal “Decreto semplificazione” di prossima approvazione da parte del Consiglio dei Ministri.

Abolito il Sistri, sarà finalmente possibile, con la collaborazione delle associazioni delle imprese, costruire un nuovo strumento per tracciare i rifiuti pericolosi, basato su una struttura semplice e ad alta efficienza. Il contrario del Sistri, un sistema che si è dimostrato sempre molto complicato e inefficiente, o come lo ha definito il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, «un inferno normativo durato otto anni».